Si completa il quadro assicurativo dei dirigenti del Gruppo FS

 

Un accordo stipulato lo scorso 1° febbraio, fra le Società Ferrovie dello Stato SpA e Trenitalia SpA da una parte e da Assidifer Fndai e Fndai Federmanager dall'altra, garantirà la copertura dei rischi di morti e di invalidità permanenti per i dirigenti delle due società sopraindicate.

L'Accordo modifica in parte quanto previsto dall'art. 12 del CCNL dei dirigenti sottoscritto da fndai e Confindustria.

In effetti, con la stipula dell'Accordo del 23 maggio 2000, FS e Assidifer Fndai avevano già convenuto sulla possibilità che, dietro accordo con la dirigenza interessata, in luogo della sottoscrizione di una polizza assicurativa a copertura dei rischi "morte ed invalidità permanente" di cui al comma 4 dell'articolo 12 del CCNL, si potesse assumere direttamente da parte dell'Azienda, l'obbligo di pagare le somme previste al verificarsi di detti eventi.

Con l'Accordo del 1° febbraio 2001, che si riporta di seguito, Ferrovie dello Stato SpA e Trenitalia SpA garantiranno, per ciascun dirigente alle proprie dipendenze, in caso di morte e di invalidità permanente tale da non consentire la prosecuzione del rapporto di lavoro per cause diverse da quella dell'infortunio comunque determinato o da malattia professionale, il pagamento di L. 200milioni, quando il dirigente non abbia figli a carico né coniuge, e L. 280milioni, quando il nucleo familiare del dirigente comprenda figli e/o coniuge.

Le cifre indicate sono da aggiungersi, ovviamente, rispetto al normale trattamento di liquidazione.

Con la firma dell'Accordo del 1° febbraio si completa dunque il quadro delle forme assicurative di cui può avvalersi il dirigente: la polizza infortuni, il Fasi, l'Assidai e, oggi, la copertura dei rischi "morte e invalidità permanente" garantita da FS e Trenitalia, consentono a tutti i dirigenti di fruire di una copertura assicurativa fra le più complete e valide del comparto.









VERBALE DI ACCORDO

tra la Società F.S. S.p.a., Trenitalia S.p.a
e l'ASSIDIFER FNDAI con la partecipazione della FNDAI-FEDERMANAGER



Premesso che:

ciò premesso, convengono e stipulano quanto segue:

  1. ai sensi di quanto previsto dall'ultimo comma dell'art. 12 del C.C.N.L. per i dirigenti di aziende industriali, sottoscritto tra la FNDAI-FEDERMANAGER e la Confindustria, come modificato dall'accordo del 23 maggio 2000, intervenuto tra le sunnominate parti, ed a parziale modifica dell'Accordo del 10 giugno 1999, la Società Ferrovie dello Stato S.p.a. e Trenitalia S.p.a., per ciascun dirigente alle proprie dipendenze, in caso di morte e di invalidità permanente tale da non consentire la prosecuzione del rapporto di lavoro, per cause diverse da quella dell'infortunio comunque determinato e da malattia professionale, assumeranno a proprio carico le prestazioni economiche assistenziali consistenti nell'obbligo al pagamento di un importo pari a Lire 200.000.000 (duecentomilioni), quando il dirigente non abbia figli a carico né coniuge e di un importo pari a Lire 280.000.000 (duecentottantamilioni), quando il nucleo familiare del dirigente interessato risulti composto da uno ovvero da più figli a carico e/o dal coniuge, da corrispondere in aggiunta al normale trattamento di liquidazione;
  2. il presente Accordo ha effetto a decorrere dal 1° febbraio 2001.

Per tornare all'inizio dell' Accordo.